Presentazione dei libri Samia non torna a casa di Sara Ficocelli e di Stefano Marino

Sara Ficocelli e Ste Marino presenteranno  i loro “Samia non torna a scuola” e “Mostro” ospiti della libreria-bistrot Bardotto, sollecitati dalle domande dei due moderatori, Giuliano Adaglio e Fabrizio Mds Bartelloni. Un’occasione per scoprire due testi e due modi di scrivere molto diversi fra loro, ma accomunati dalla capacità di scandagliare, ognuno a suo modo, le profondità dell’animo umano.

SAMIA NON TORNA A SCUOLA

Colle Nuovo è una cittadina di 80mila abitanti circondata da piantagioni di pomodori. È in questo contesto che vive Samia, adolescente somala di seconda generazione che adora l’inglese e i sogni a occhi aperti. A scuola non è integrata ma il carisma dell’insegnante di italiano e il pragmatismo della supplente di inglese la aiutano a sopportare tutto. Persino il peso di alcune lettere di minaccia… E poi c’è Davide, il suo amore impossibile. Questo libro racconta la storia degli ultimi due mesi di scuola di una seconda classe come tante, “la più difficile dell’Istituto”, e di una gita di istruzione che è anche metafora di un viaggio più grande: quello alla scoperta di sé stessi, attraverso la messa in discussione di ogni certezza. Perché non è mai troppo tardi per salvarsi.
Con la postfazione di Carlo Ciavoni

L’AUTRICE
Sara Ficocelli è nata a Pisa, vive a Roma, ma ama soprattutto viaggiare. Ha scritto per Cosmopolitan, Donna moderna, Airone, Il Venerdì e dal 2007 collabora stabilmente con Repubblica.it. Ha vinto il premio Paidoss e il premio Sodalitas per le sue inchieste su prostituzione minorile e discriminazione di genere in Italia. Con MdS Editore ha pubblicato vari racconti e quindi il suo primo romanzo, La vita nascosta (2016), per cui ha ricevuto numerosi riconoscimenti, fra cui il secondo posto al premio “Alda Merini” e il premio della giuria popolare al concorso letterario “Città di Lugnano”.

MOSTRO

È inizio estate, e la stagione balneare fiorisce anche in una località lacustre della provincia di Torino. La calma placida e rassicurante dei Laghi di Avigliana viene spazzata via dal ritrovamento del cadavere straziato di Haneke Schulze, e in breve tempo la presenza del Mostro del lago prende vita nell’immaginario collettivo.
Ma chi è il mostro? Un essere umano capace di infliggere l’inimmaginabile a un altro essere umano? Chi sopravvive al supplizio, e ne porterà il marchio sulla pelle per il resto della vita? Oppure è veramente una creatura innaturale, fuori dall’ordinario e al di là del senso comune?
Stefano Marino cerca la formula del thriller perfetto, con uno stile asciutto e impietoso, affondando nelle radici di tenebra che possono trasformare un essere umano in un mostro.

L’AUTORE
Stefano Marino vive a Ferriera, in provincia di Torino. Ha studiato Scienze della Comunicazione all’Università di Torino. Il suo primo romanzo, Mai come ieri, è stato pubblicato nel 2011 da Ciesse Edizioni. Ha partecipato alla raccolta di racconti Fobie. Autori disadattati “in cura da” Alessandro Greco, edito da Ciesse Edizioni, con il racconto Tecnofobia.
Mostro è il suo secondo romanzo, finalista al premio Rai La Giara, edizione 2016.